Confettura di fichi e pesche con vaniglia bourbon e cannella-un dolce benvenuto all’autunno

Mia nonna sosteneva che la sua pianta faceva i fichi più buoni del paese, me lo ricorda spesso la vicina che , a distanza di decenni, guarda ancora quei frutti con invidia.

La pianta originaria in realtà non è sopravvissuta al caldo torrido di qualche estate fa ma, da uno dei suoi polloni, sono riuscita ad ottenere nel giro di soli tre anni un altro bellissimo albero che ha mantenuto intatta la robusta discendenza. Non so esattamente a che varietà appartenga la pianta, ma una cosa è certa, i suoi siconi verdi dall’aspetto carnoso e sodo hanno un sapore davvero succulento.

Queste infruttescenze sono inoltre ricchissime di fibre, di calcio, di antiossidanti  e di zuccheri ma  presentano, se consumati freschi,  un basso indice glicemico.

Li colgo ogni giorno cercando di consumarli freschi. La scorsa settimana ne sono  maturati molti e ho fatto qualche vasetto di composta da conservare per l’inverno. Come sempre, mi piace sperimentare e,  siccome conservavo nel frigorifero le ultime pesche del mio albero,  ho fatto una confettura   un po’ speciale. Vi lascio la ricetta.

CONFETTURA DI FICHI E PESCHE CON CANNELLA E VANIGLIA BOURBON

INGREDIENTI PER CIRCA 2 VASETTI

  • 600 g. circa di fichi

    2 pesche

    1 mela

    1 bustina di vaniglia bourbon o una stecca di vaniglia

    1/2 cucchiaino   di cannella

    1/2 scorza di limone

    1 cucchiaio di zucchero muscovado o integrale

    10 g.  di acido citrico (facoltativo)

PROCEDIMENTO

  • Prendo i fichi, la mela e la pesca lavati  e li taglio a piccoli pezzi.

    Aggiungo lo zucchero e ripongo il tutto in una pentola preferibilmente in acciaio a doppio fondo.

    Accendo il fuoco e lo mantengo a fiamma bassa per l’intera cottura del composto.

    Dopo circa 20 minuti, aggiungo la scorza di limone , la   cannella e la vaniglia in polvere o i semi  se utilizzo la stecca .

    Continuo la cottura della frutta , sempre mescolando,  per altri circa 20 minuti o comunque fino al raggiungimento della giusta consistenza.

    Spengo il fuoco e  metto nella confettura circa 10 g. di acido citrico.

    Mescolo il tutto e lo ripongo nei vasetti sterilizzati.

    Capovolgo i vasetti e lascio raffreddare.

    Conservo i vasetti in un luogo fresco e asciutto.

  • Lo zucchero integrale di canna è da preferirsi allo zucchero grezzo e a quello raffinato. Lo zucchero Muscovado è uno zucchero integrale e per produrlo si utilizza  un processo di tipo artigianale dove le canne vengono tagliate,  pressate e formano un composto denso che viene fatto evaporare e che contiene ancora una parte di melassa. E’ uno zucchero denso e aromatico. Lo zucchero di canna grezzo è invece parzialmente raffinato.

  • L’acido citrico è un acido naturale  ottenuto dagli agrumi ed ha mille usi in cucina e nel campo della cosmesi. E’ inoltre un ottimo conservante naturale per le marmellate  e confetture. Questo ingrediente esalta il sapore naturale della preparazione  e favorisce la gelatinizzazione  del composto. Si trova facilmente  nei negozi di alimentazione naturale.

2018-10-02T17:05:28+00:00