Qualcosa di me 2017-12-20T19:08:45+00:00

Qualche goccia di natura…

Mia madre me lo ricorda sempre. Nelle mie vene non scorre il sangue, ma l’acqua del fiume . E’ una passione da cui è impossibile mantenere le distanze. Non riesco a prendere sonno se non lo passo a salutare . Lo guardo sempre come se fosse la prima volta. In secca o in alluvione è sempre così maestoso . Lo chiamano il Fiume Azzurro e lambisce un tratto di terra all’interno della pianura Padana regalandoci qua e là squarci di verde caratterizzati da esigue aree boschive che lottano ogni giorno per sopravvivere facendosi spazio , a fatica, tra campi coltivati ed ambienti violentemente antropizzati. E’ qui che abito . Vicino ad un piccolo bosco, che posso raggiungere in bicicletta, all’interno del Parco Ticino . Un ‘oasi protetta e un luogo dove in primavera si può sentire ancora il profumo di qualche erba aromatica. Un posto da proteggere, difendere e tutelare.

 

…più tanto di me stessa

Mi chiamo Vania e ho sempre coltivato una passione smisurata per la cucina. Mi sono sempre sentita a mio agio tra i fornelli, fin da piccola. La sperimentazione in questo campo non mi ha mai spaventata. Passare ore nei supermercati a scovare nuovi ingredienti per poi inventare pietanze creative l’ho sempre considerato uno spasso. In questi anni, mi sono dedicata a molte letture che riguardano l’argomento cucina e salute e autoproduzione e ho seguito diverse conferenze sul tema . Questa esperienza ha influenzato e cambiato profondamente il mio stile alimentare . Ho incominciato a considerare il cibo anche a scopo terapeutico, a leggere con attenzione le etichette , a preparare nel mio giardino un piccolo orto e a riconoscere qualche erba selvatica. Quindi, meno tempo nei centri commerciali e più tempo per la raccolta delle erbe spontanee, per la cura delle orticole , e per la visita a produttori virtuosi. Trovo che, le mie nuove ricette, siano sicuramente più semplici , ma non per questo meno appetitose . Si caratterizzano da una
ricerca più attenta alle offerte del territorio , all’autoproduzione agli aromi naturali degli ingredienti e alla stagionalità. Sono convinta che una ricetta non possa essere frutto di casualità, ma debba essere pensata e progettata nel tempo. E’ necessario comprendere e approfondire ciò che andiamo a mettere nel piatto, studiarne gli ingredienti dal punto di visto nutritivo ,vegetativo e produttivo . Tutto questo senza tralasciare l’aspetto sinergico degli aromi e dei sapori e non ultimo l’immagine estetica. L’idea di evitare quello che ci fa male è molto diffusa ,ma bisogna imparare a consumare anche quello che ci può far bene per non incorrere in gravi carenze alimentari che potrebbero mettere a rischio, comunque, la nostra salute.

Il mio nuovo regime alimentare, mi ha portato a perdere, quasi inconsapevolmente, quei chili in più che pesavano da tempo sulla mia coscienza e, a sorpresa, a risolvere alcune allergie che mi trascinavo dall’infanzia. Cerco, ad oggi, di seguire una mia filosofia alimentare che faccia tesoro di quello che ho appreso . Uno stile culinario che svicola da estremi schematismi , che si concede tante deroghe , ma che è sempre caratterizzato da una ricerca accorta di tutto quello che può rappresentare sul territorio un nettare salutare offerto dalla terra , buono per le mie papille gustative e benefico per la mia linea e la mia salute. Siccome sento un bisogno impellente di condividere le mie esperienze , eccomi qui, con questo blog dal nome “Gli arometti di Vania”. “Arometti” è un’espressione vezzeggiativa del temine aroma che, per me, rappresenta la caratteristica sensoriale di un ingrediente e quindi un ‘unione inscindibile tra il profumo e il sapore di un composto.

L’aroma è un’alchimia che coinvolge molti sensi ed estrapola l’essenza di qualsiasi elemento. Quello che tenterò di fare sarà proprio questo, descrivere questi luoghi mettendone in luce gli aromi attraverso ricette , autoproduzioni e racconti.

DISCLAIMER

Le informazioni riportate nel blog “gliaromettidivania.blog” hanno scopo semplicemente divulgativo e intendono promuovere un’alimentazione sana e consapevole. Il regime alimentare proposto è solo frutto dell’esperienza personale dell’autrice e non si avvale, pertanto, di validità scientifica. Nonostante la scrupolosa cura utilizzata nell’elaborare, riportare e verificare l’attendibilità di quanto proposto, molte informazioni potrebbero essere, in alcune parti, confutabili o caratterizzate da imprecisioni, errori o omissioni. Per i motivi sopraccitati, quanto riportato nel blog in termini di proprietà degli alimenti, rapporto tra cibo, bilancia e salute e sistemi di utilizzo, conservazione e cottura, non sostituisce in alcun modo i consulti e le relative prescrizioni mediche o professionali.

Le eventuali fotografie postate per il riconoscimento delle erbe alimurgiche e officinali potrebbero essere soggette a errori d’identificazione e non sostituiscono il parere di un botanico. L’autrice è pertanto esonerata da ogni responsabilità per eventuali conseguenze derivati dall’utilizzo dei contenuti presentati .

Il blog “Gli arometti di Vania” non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 Marzo 2001.

L’intera opera comprensiva di logo e immagini  è distribuita sotto licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 4.0 Unported License. Ciò significa che siete liberi di copiare e diffondere il contenuto, ma non a scopo commerciale, non modificandolo in alcun modo e solo citandone l’autore e la fonte, ossia: gliaromettidivania.blog.
Per qualsiasi autorizzazione che preveda un uso diverso dei materiali di questo sito scrivete a info@gliaromettidivania.blog.